1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer>

ERRICO/FIVA: «ALTRO CHE 'SALVA AMBULANTI', QUESTA È LA NORMA 'ROVINA AMBULANTI'»

PDF Stampa E-mail

ERRICO/FIVA: «ALTRO CHE 'SALVA AMBULANTI', QUESTA È LA NORMA 'ROVINA AMBULANTI'»

*** *** ***

«Quella che in molti, a cominciare da alcuni deputati del PD, chiamano norma "salva ambulanti" in realtà condanna larga parte della categoria alla precarietà. Oggi ha avuto compimento la strategia miope e irresponsabile già messa in campo con il milleproroghe 2016 di chi pensa di conquistare gli ambulanti illudendoli di aver risolto i loro problemi con la promessa di uscire dalla Bolkestein e creando invece ulteriori e più gravi situazioni di precarietà. Si tratta di uno scempio di cui le forze politiche, al di là del momento elettorale, dovranno prendersi la loro responsabilità. Non sono accettabili disparità di trattamento all'interno delle microimprese, specie se fondate su criteri incerti e legati a una non meglio precisata valutazione del reddito. Così si mina alla radice la pianificazione del nostro lavoro», è lo sfogo di Giacomo Errico, presidente di Fiva Confcommercio alla notizia della proroga al 2020 delle procedure di rinnovo delle concessioni degli ambulanti. Prosegue Errico: «Non basta questo, poiché la norma approvata presenta notevoli e rilevanti profili di criticità, al limite dell'incostituzionalità per la palese discriminazione fra imprese».

«Se costoro gestiscono il paese così come hanno gestito (o malgestito) questa vicenda allora io mi auguro che cambino mestiere. Spiegherò agli 80.000 ambulanti di FIVA con una lettera mia personale che questa è la norma "rovina ambulanti"».

«A questo punto è necessario rivedere in toto la normativa e mi auguro - è la conclusione - che il prossimo Parlamento possa discuterne, risolvendo alla radice questo annoso problema che va chiuso una volta per tutte».

 

Facebook

INFO utili

Attraverso le FAQs potrai trovare le risposte alle domande che più interessano la tua attività, visita la pagina...

Tot. visite contenuti : 1808202
 31 visitatori online

Facebook

Non sei ancora iscritto alla Confcommercio Imprese per l’Italia della Provincia di Ascoli Piceno?
Vuoi esserlo?
Compila la scheda di adesione ed inviala all’indirizzo email: ascolipiceno@confcommercio.it o per fax allo 0736254556. Saremo poi noi a contattarti per perfezionare l’adesione stessa.

  • Banner
  • Banner

Perchè Associarsi ?

Confcommercio rappresenta, tutela e favorisce l’Italia delle imprese. Oggi più che mai continua...

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedi la nostra privacy policy.

Accetto i Cookie da questo sito

EU Cookie